martedì 28 ottobre 2008

L'INTELLIGENZA ASSASSINA

Chi sei? A sì sei tu che mi hai dato la vista,
ma per vedere che cosa l’uomo che uccide l’uomo.
Era là; era quello il dolore della guerra
che non poteva superare il dolore che veniva dopo.
Ascolta, ascolta uomo: eri presente là dove ti
insegnavano ad uccidere;
eri presente là quando il cielo divenne un mare di sangue;
eri presente là quando quella nuvola nera oscurò
i raggi del sole e ancora oggi uccide,
uccide senza pietà; eri presente là quando quel
prigioniero condannato a morte scrisse l’ultima
lettera a sua figlia.
Ancora oggi nei nostri giorni quell’arma
è puntata su di noi, pronta ad esplodere,
si è la stessa , quella che uccise e ancora oggi sta
uccidendo, l’intelligenza dell’uomo,
serve anche a questo: ognuno vuole il suo potere,
ma nessuno il proprio amore.
Come è triste pensare ad un angelo senza ali,
ad un albero senza vita, al pianto di un bimbo.
Ascolta, ascolta uomo: sarai presente là quando qualcuno
ti svelerà la verità, quella verità
che ti ha tanto fatto soffrire.

8 commenti:

intrigantipassioni ha detto...

L'intelligenza dell'essere umano e' solo la scusa per dire di aver sbagliato in buona fede...

Mi hai ricordato questo:
"...e se gli sparo in fronte o nel cuore soltanto il tempo avrà per morire, ma il tempo a me resterà per vedere vedere gli occhi di un uomo che muore..."

Ciao, carissimo Domenico....

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Una poesia davvero bella e che fa rilittere molto....trovarsi presente per soffrire per la verità è una situazione da coraggioso

luce ha detto...

Carissimo, la tua sensibilità si sente nella sofferenza di questi versi così attuali, e così veri e tremendi.
L'uomo sta perdendo la sua anima, hai ragione e solo attraverso la sofferenza potrà ritrovarla, forse..
Un abbraccio affettuso e di cuore, grande come il tuo.

Domenico ha detto...

ringrazio intriganti passioni e luce per la forte sensibilità che mostrano nel commentare le mie poesie. Siete voi la mia forza , la forza di cogliere quell'attimo e trasformarlo in parole sempre nella massima umiltà .
Nessuno di noi può cambiare questo mondo avvolte mi rendo conto che siamo gocce di un oceano che non ha fine. un abbraccio forte

Domenico ha detto...

il mio ringraziamento è rivolto anche a blessing sunday osuchukwu
mi inchino alla sua sensibilità.

stella ha detto...

Versi reali e sensibili.

intrigantipassioni ha detto...

Io credo che, se solo volesse, una goccia potrebbe essere ben piu' forte dell'oceano stesso.
Tutto dipende dalla motivazione, dalla perseveranza, dalla volonta', dal sacrificio, dalla convinzione. :-)
Possiamo cambiare tutto, dolce Domenico. Credimi.

Giovanni Sicignano ha detto...

Credetemi io conosco Domenico di persona, lo conosco da circa 20 anni, ed è una persona mite, riflesiva, si arrabbia solo quando cade un metiorite sulla terra, per questo Domenico è una persona speciale.
Con Stima ed Affetto Come da sempre e sempre sara'
Giovanni Sicignano