domenica 17 agosto 2008

Il silenzio dell’anima

Ho sentito la tua voce,
ho accarezzato il tuo volto,ti ho sentito vicino.
Ho ascoltato il tuo silenzio;quel silenzio
che si addentra nella mia anima
facendola naufragare in un altro mondo,
in un mondo diverso da questo.
Vorrei comprendere i tuoi sogni
regalarti un sorriso,una carezza
ignaro di non alleviare il tuo dolore.
Una lacrima scese tra le tue ciglia
si posò sulla mia mano:
la mia mano diventò gelida,
inabissandosi nell’oceano
in un oceano sconfinato.
Ricordo il tuo sorriso,
ricordo il tuo silenzio,
il silenzio dell’anima
che mi faceva riflettere sulla vita,
su questa vita; sull’essere uomo,
sul dolore che non ti lascia;
sulla felicità che non esiste;
sull’Essere che guida ogni istante
le nostre azioni e che muove gli astri del cielo:
quell’Essere delle cui carezze abbiamo
un estremo bisogno.

5 commenti:

Domenico ha detto...

questa poesia è stata dedicata tempo fa ad una amica che ha lasciato questa vita in modo presto e che ha lasciato nel mio cuore tanta tristezza che solo il tempo è riuscito a colmare con le sue promesse di speranza. ricordo il suo silenzio quel silenzio che mi faceva riflettere su questa vita e sono sicuro che in questo momento le fa un immenso piacere che parlo di lei a tutti voi si chiamoava Iolanda ............

nonsoloattimi ha detto...

Non posso sciupare la delicatezza e l'intimità di questo momento che tu custodirai per sempre nella tua anima... le persone care che ci lasciano lo fanno solo fisicamente... le vivimamo non solo nei ricordi ma sono quella parte di noi che ci siamo donati reciprocamente...
non mi stancherò mai di dirti che sei una persona speciale
un bacio

Rita ha detto...

E' così che le persone che abbiamo amato continuano a vivere...
E' attraverso di noi...
Attraverso il nostro cuore, i nostri pensieri... i racconti ed i ricordi struggenti...
Iolanda ora fa parte anche delle nostre vite e ci insegna, attraverso di te, il silenzio che fa riflettere, quello che è tutt'altro che vuoto...

Grazie Iolanda...
Grazie Domenico... In silenzio e lungamente ti abbraccio...

luce ha detto...

Non esistono vuoti che un caro silenzio non riempino, e chi ci lascia in realtà ci ha colmato con la sua presenza seppur breve, seppur sofferta ma c'è stata: questo è l'importante.
Fare in modo che tutto rimanga, questo s'ha da fare.
Baci

Emma ha detto...

Grazie Iolanda per aver fatto nascere in Domenico queste parole meravigliose che mi aiutano adesso a capire quello che da giorni mi chiedo e di cui ho paura : un grande, immenso silenzio nella mia anima, con tutti i suoni esterni che non mi raggiungono più. Lui c'è ancora ma non nella mia vita. Non posso ucciderlo dentro di me per non morire insieme a lui...